Galleria

La Fortezza di Radicofani e la Signoria di Ghino di Tacco


Radicofani è una maestosa fortezza patrocinata dall’Unesco che grazie alla sua posizione strategica all’interno della bellissima Val D’Orcia (rimane nella zona meridionale della valle, lungo la Via Francigena, stretta tra il monte Amiata ed il confine umbro-laziale), è stata per secoli vedetta del confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio.

radic.

Quest’angolo di Toscana è altresì famoso per essere stato la signoria Ghino di Tacco, considerato da alcuni “castigatore di ingiustizie e di potenti”, da altri semplicemente “audace bandito”. Da lui nasce la figura letteraria del ribelle ghibellino, le cui gesta da “brigante gentiluomo” sono menzionate sia da Dante che da Boccaccio.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Raggiungendo Radicofani da Chiusi o da Chianciano, lungo la s.s. 478 (sull’antica via Cassia) incontrerete un’antica Posta Medicea di fine ‘500 (luogo di sosta ed di cambio dei cavalli per i viaggiatori che da Roma salivano verso il settentrione, o viceversa). Lasciato il proprio mezzo nei suoi pressi, proseguite a piedi per il largo viale alla sinistra della bellissima fontana situata di rimpetto alla posta. Al culmine del rettilineo raggiungerete l’antico borgo di Radicofani. Visitando il borgo seguite i cartelli in legno presenti lungo la via principale, segnalanti la direzione per un’antica scalinata in pietra che risale nel bosco fino alle mura della Fortezza.

[Nota dolente] – Purtroppo, come spesso riscontrato nelle nostre escursioni in Toscana ed in assoluto contrasto con la bellezza di questa regione, la scalinata è tenuta in uno stato di manutenzione penoso, con erbacce  lasciate incolte ed altissime, rendendo poco piacevole la salita alla fortezza. Per fortuna, arrivati alla sommità, la meravigliosa vista che si apre su Val D’Orcia e l’Amiata e la maestosità della struttura fortificata ripaga bene il disturbo. – Altra piccola postilla critica: l’ingresso alla rocca “sarebbe” a pagamento (con diversi cartelli all’ingresso che lo segnalano), peccato che abbiamo girato liberamente, museo e torre compresi, per quasi di 2 ore senza incontrare anima viva che ci dicesse come fare a pagare ne, peggio ancora, che controllasse la struttura ed i reperti archeologici presenti (meglio per noi). E pensare che all’ingresso del paese hanno messo un bel ufficio turistico nuovo di pacca che ti riempie di opuscoli sul tema … forse con quello hanno finito i sodi !!!

.

Riassumendo: gita di una giornata / passeggiata rilassante di c.a. 2Km a-r più visita al borgo e fortezza / difficoltà T

Punti d’interesse: Radicofani / Posta Medicea  / Fortezza di Radicofani / Val D’Orcia

Valutazione: ****

.

Vedi anche:

La Val D’Orcia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.