Galleria

Sul sentiero Francescano di Monte Torre Maggiore


Monte Torre Maggiore è la vetta più alta dei Monti Martani, 1.121mt dai quali domina l’intera conca Ternana.Monte Torre Maggiore Pano.

Il sentiero storico di pellegrinaggio che si percorre per raggiungere la cima, è di una suggestione unica: un meraviglioso bosco di lecci secolari con evidenti segni di spiritualità francescana. La stessa vetta è misteriosa ed affascinante, con la sua ampia area archeologica che ha riportato alla luce i resti di un Tempio Pagano Italico del V secolo a.C.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il Sentiero parte da Poggio Azzuano, frazione di Cesi, sulla strada provinciale carsulana che collega Terni ad Acquasparta. Giunti alla frazione e lasciato il proprio mezzo, si sale verso le poche case del Poggio fino a raggiungere quella più a monte. Arrivati di fornte al cancello di questa abitazione, sulla destra troverete l’inizio del sentiero vero e proprio, contrassegnato dai colori giallo-rosso (lungo il tragitto i segnali si mischiano diverse volte diventando anche blu, gialli raggifuranti il “Tao Francescano” e i più classici bianco-rosso del cai). Si prosegue lungo la recinzione della proprietà fino a giungere nei pressi dei ruderi della Chiesa di Santa Caterina del Poggio, luogo un pò inquietante che si narra aver ospitato i Cavalieri Templari di guardia alla via di pellegrinaggio verso il vicino Eremo. Superando la chiesa si continua a salire nel bosco fino ad incontrare una montagnetta di pietre contrassegnate poste difronte ad un bivio. Si prosegue a destra seguendo le indicazioni che indicano “la Romita”, alternate da segni, simboli e riflessioni di chiaro pensiero francescano. Dei bellissimi muri a secco ricoperti di muschio preannunciano l’arrivo all’Eremo.

Dal cancello dell’Eremo si dirama sulla desta un sentiero in rapida salita nel bosco, indicante la strada per la cima del Torre Maggiore. Seguendolo, ad un certo punto comincerete a costeggiare una recinzione in ferro che delimita il perimetro di un allevamento di cinghiali, al termine della quale uscirete dal bosco trovandovi nei prati sommitali. Proseguite sempre dritti sulla ben visibile carraia che li attraversa, fino ad intravedere di fronte a voi una zona attrezzata da pic-nic. Scavalcate quindi una catena che sbarra la carraia all’incrocio con una strada bianca. Attraversatela e proseguiti ancora dritti in salita fino a raggiungere la cima del monte e la ben visibile area archeologica.

.

Riassumendo: percorso di c.a. 5 ore a-r (senza soffermarsi all’Eremo) / c.a. 14km / difficoltà E

Punti d’interesse: Monte Torre Maggiore / Chiesa di Santa Caterina / La Romita

Valutazione: *****


Argomenti collegati:

L’Eremo delle Carceri ad Assisi

La Verna, la Montagna delle Stimmate

Il Castello di Coceto e il Letto di San Francesco

Il Bosco di San Francesco

Eremo “Le Celle”

Il Sacro Speco di San Francesco

Altri luoghi di interesse nei paraggi:

“Le Rovine Romane di Carsulae”

“Lungo la Via Flaminia a Massa Martana: la Catacomba di Villa San Faustino e Ponte Fonnaia”

Un commento su “Sul sentiero Francescano di Monte Torre Maggiore

  1. Pingback: Monte Torre Maggiore | Rotelle Mancanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.