Galleria

L’Eremo delle Carceri ad Assisi


L’Eremo delle Carceri è un antico romitorio francescano posto alle pendici del Monte Subasio, immerso nel cuore di una verde boscaglia a pochi km da Assisi (PG).

Questo bellissimo eremo è il luogo in cui San Francesco d’Assisi e i suoi seguaci si ritiravano per pregare (si “carceravano” in meditazione, da qui il nome dell’eremo) rifugiandosi nelle numerose grotte naturali presenti, già utilizzate dagli eremiti in età paleocristiana.

L’intera Umbria ed in particolare Assisi sono da sempre profondamente legate alla vita del Santo, patrono d’Italia, cui proprio la città umbra diede i natali. Assisi è pura spiritualità; passeggino se ne percepisce nitidamente l’atmosfera e la bellezza, per vie dell’antico borgo come nella maestosa Basilica consacrata al Santo. Non è quindi un caso che l’eremo francescano più importante del centro Italia si trovi proprio in questo magnifico territorio.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La profonda devozione per questo suggestivo luogo di fede lo ha reso inoltre teatro di numerosi racconti miracolosi che però, in buona parte, non hanno fondamenta storiche:

  • Nei pressi della cosiddetta “Grotta di San Francesco” si trova un leccio secolare dove molti credono che ebbe luogo la predica agli uccelli di San Francesco. In realtà le fonti storiche attestano essere avvenuta fuori del comune di Assisi, nella pianura sottostante, in particolare a Piandarca (Cannara).
  • Sempre la tradizione vuole che il burrone che si trova nei pressi del monastero sia in realtà il letto di un fiume, oggi in secca, prosciugato dal Santo al fine di non disturbare la sua meditazione e quella dei suoi discepoli. Il fiume non è mai esistito.
  • Sempre nella “Grotta di san Francesco” è presente un buco nel terreno dal quale si può intravedere il fondo del burrone. Si racconta che sia stato creato dal demonio quando sprofondò nell’abisso scacciato da Rufino (uno dei primi compagni di San Francesco).
  • Infine, nel mezzo del chiostro è presente un pozzo edificato nel punto in cui, secondo una leggenda, il Santo fece sgorgare dell’acqua in maniera miracolosa.

Verificato o no, questo resta il grande potere della fede, in un luogo dove, nel silenzio e nella preghiera, ancora oggi i pellegrini si rivolgono a Dio accogliendolo dentro di sé.


 

L’Eremo delle Carceri è inoltre una tappa obbligata di uno dei sentieri panoramici più belli della nostra regione, il Sentiero dei Mortai, che attraversa il Parco del Monte Subasio collegando Assisi a Spello.

 


Altri argomenti correlati:

La Verna, la Montagna delle Stimmate

Il Castello di Coceto e il Letto di San Francesco

Il Bosco di San Francesco

Sul sentiero Francescano di Monte Torre Maggiore

Il Sacro Speco di San Francesco

Eremo “Le Celle”


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.