Galleria

Nella pancia di Santarcangelo di Romagna, la patria di Tonino Guerra


Le grotte di Santarcangelo di Romagna (RN) sono dei veri e propri canali sotterranei, scavati nell’arenaria e nell’argilla, che attraversano tutto il centro storico del paese. La loro storia è ancora in parte misteriosa e gli studi sulla loro antica origine sono tuttora in fase di svolgimento.

Trovare queste grotte lungo la costa adriatica non è inusuale ma Santarcangelo, come Camerano (vedi articolo dedicato), costituisce sicuramente uno degli esempi più suggestivi di questo particolare tipo di sviluppo sotterraneo degli abitati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I cunicoli di Santarcangelo sono circa 150, situati nella parte orientale del colle Giove e disposti su tre piani. Le grotte vengono solitamente distinte in quelle a “struttura semplice“ e quelle a “struttura complessa”. Le prime, più numerose, presentano corridoi con nicchie laterali e copertura a botte o crociera, facendone ipotizzare un uso pratico già nel medioevo, come depositi o cantine per la conservazione del vino (grazie ad una temperatura costante di 12/13 gradi). Le seconde, cinque in totale, sono caratterizzati invece da una struttura molto più articolata che potrebbe far pensare ad usi più legati al culto (molte le ipotesi: tombe etrusche, grotte paleocristiane, sacelli per il culto orientale del Dio Mitra, basiliche di monaci Basiliani, ecc… ). Inoltre, come spesso accade in questi casi, il conflitto mondiale vide trasformare questi cunicoli in rifugi sotterranei per i cittadini, occasione in cui furono messi tutti in comunicazione con l’abitato superficiale e tra di loro. La visita alle grotte è a pagamento, per maggiori info:www.iatsantarcangelo.com

Santarcangelo di Romagna, oltre ad essere un piacevolissimo borgo medievale, è altresì nota per aver dato i natali a Tonino Guerra, che tutti ricorderanno per la pubblicità della catena Unieuro del 2001 “L’ottimismo è il profumo della vita!”. Tonino
era poeta, scrittore, apprezzato sceneggiatore e, nella seconda parte della sua vita, artista a tutto tondo, dedicatosi alternativamente alla pittura, alla scultura e all’ideazione installazioni artistiche, dove la sua grande creatività trovava forma. Passeggiano per Santarcangelo ci si accorge che l’ambiente e l’atmosfera circostante è pervasa della sua immortale presenza.


santarcangelo-di-romagna-manganoUna piccola nota merita l’Antico Mangano presente nella bottega “Stamperia Marchi”, una delle più antiche della Romagna che diventa in tal senso monumento da visitare. Si tratta di uno straordinario esemplare seicentesco di pressa a ruota per la stiratura dei tessuti di canapa e cotone, perfettamente funzionante fin dal 1663. Nella bottega adiacente lo IAT (il centro di accoglienza turistica del paese), si producono ancora alla maniera tradizionale stoffe dipinte a mano con l’antica tecnica della “stampa a ruggine”.


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.