Galleria

La Calamita Cosmica


La chiesa sconsacrata della Santissima Trinità in Annunziata di Foligno (PG), oggi annessa al polo museale del CIAC (Centro Italiano Arte Contemporanea), nasconde “letteralmente” al suo interno una delle opere d’arte contemporanea più controverse, oscure ed avanguardiste del XX secolo.
 Calamita Cosmica 10
Si tratta della “Calamita Cosmica“, una gigantesca scultura realizzata nel 1988 da Gino De Dominicis (Ancona 1947-1998), che rappresenta uno scheletro supino di ventiquattro metri di altezza per quattro metri di larghezza, dalle fattezze antropomorfe ad eccezione dell’enigmatico becco d’uccello che spicca al centro del teschio, sostituendone il naso.
.

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’istallazione venne esposta per la prima volta nel 1990 al Museo di Arte Contemporanea Magazin a Grenoble e successivamente, dal 1996 in poi, ha peregrinato in giro per mezza Italia (Reggia di Capodimonte a Napoli, Mole Vanvitelliana ad Ancona, a Milano di fianco al Duomo, al Maxxi di Roma) e poi per mezza Europa fino ad approdare definitivamente all’Annunziata.
Il significato dell’opera va ricercato nell’intenzione dell’artista di descrivere l’esistenza di un profonda connessione tra lo scheletro (non un uomo ma una figura ancestrale e superiore, come “l’uomo-uccello” presente in molte culture antiche) ed il mondo cosmico, collegati attraverso un’asta dorata in equilibrio su di una falange della mano destra (la calamita), che simboleggia il tempo e lo spazio.
.
E’ possibile visitare la scultura a pagamento solo nel fine settimana.
Per maggiori info: www.museifoligno.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.